In giornata

CRÊUZE DI CHIAVARI, SENTIERO ANELLO DA SAMPIERDICANNE

Un sentiero di Chiavari meno conosciuto che ripercorre vecchie crêuze e stradine pedonali che collegavano la zona di Sampierdicanne, Rostio e Bacezza con la chiesa del Curlo e S.Bartolomeo. Ad un passo da Chiavari i segni di un passato neanche troppo lontano di civiltà popolare e contadina.

Di notevole interesse alcuni tratti di percorso caratterizzati da alti muri di pietre a secco e crêuze lastricate in pietra e mattoni.

DESCRIZIONE

D+ 320m, H 2.00 c.a escluso soste


Il segnavia da seguire è la croce rossa, che in alcuni tratti incrocerà i segnavia di altri itinerari. Si parte da via G.B Pianello, una traversa di via Santa Chiara da piazza Nassirya, Chiavari dove troviamo il segnavi a una croce rossa. In salita per poche centinaia di metri e subito si imbocca la stradina a sinistra che diventa presto una splendida crêuza, circondata da alti muri di pietra.

Questo è un tratto veramente suggestivo ed unico, il fondo lastricato con i tipici mattoncini centrali denotano l’origine napoleonica della via che però si interrompe bruscamente di fronte alle barriere blu dell’autostrada. Si supera l’ostacolo scendendo a sinistra e, passando sotto l’autostrada verso monte, si riprende la traccia interrotta poco prima.

Incrociamo ora la strada asfaltata e la si segue con il segnavia solito per poche decine di metri in salita fino a intercettare una stradina sulla destra che indica località case sparse. Proseguiamo ancora in salita fino a incrociare sulla destra una vecchia scalinata col fondo in mattoni.


Continuiamo ora sull’originale lastricato e gli alti muri di pietra sulla destra. La mulattiera adesso diventa un sentiero, sulla destra la vista del mare del Tigullio, proseguiamo fino ad attraversare un bel uliveto.

Il sentiero in questo tratto, in piano sulla costa, anche se breve, è veramente suggestivo e consente di ammirare uno splendido panorama su Chiavari e la prima collina.

Panorama sulle prime colline di Chiavari

Incrociamo una stradina asfaltata che si segue sempre in direzione monte. Arrivati ad un piccolo parcheggio sulla destra, si imbocca la stradina sterrata a destra subito sopra il parcheggio. Prendiamo la sterrata che spiana e diventa presto un sentiero che si segue sulla sinistra abbandonando la strada principale. Si passa ora sotto un vecchio portale completamente coperto da rampicanti.

Con l’ultima scalinata arriviamo sulla strada asfaltata che da Chiavari porta al Bocco di Leivi, che seguiamo in salita.

Le Cinque Torri

Fino alla chiesa del Curlo seguiamo sempre il nostro segnavia che si sovrappone a tratti con quello delle Cinque Torri, due linee parallele con una diagonale, alternando tratti di asfalto a belle crêuze.

Dalla piazzetta della chiesa di S.Tommaso del Curlo prendiamo il sentiero lato mare che segue le fasce coltivate e gli uliveti con una meravigliosa vista su Chiavari e il suo mare. Segnavia croce rossa.

Al primo bivio scendiamo a sinistra sulla scalinata in direzione mare, incrociamo la strada via Miramare che seguiamo per pochi metri verso sinistra. Sulla destra riprendiamo subito la scalinata in discesa.

Incrociamo via delle Ortensie che percorriamo in discesa fino a imboccare la scalinata sulla destra sotto lo specchio stradale. Il sentiero incrocia ora una stradina asfaltata che seguiamo in discesa sempre tra gli ulivi fino nei pressi di una casa in pietra ben ristrutturata.

Da qui scendiamo sulla scalinata a sinistra sotto la casa che attraversa vecchie fasce abbandonate e un uliveto ben mantenuto sulla destra, siamo a costa del Pino. Il sentiero prosegue affiancando il lato nord di un vecchio nucleo rurale in pietra, incrocia poi una piccola strada sterrata, la attraversa e continua dritto in mezzo agli uliveti sempre in discesa in vista ormai delle case di Rostio.

Un ultimo tratto di scalinata ed arriviamo sulla strada principale nei parcheggi di un supermercato, da dove, seguendo la strada in direzione mare arriviamo al punto di partenza, e quindi a Chiavari.


Scopri gli altri sentieri di Chiavari

sentieri di Chiavari, escursioni Chiavari, trekking Chiavari, hiking Chiavari, creuze di Chiavari, sentieri Liguria, sentieri Tigullio , sentieri Leivi, San Pier di Canne, Curlo

2 Commenti su "CRÊUZE DI CHIAVARI, SENTIERO ANELLO DA SAMPIERDICANNE"

  1. VITTORIA ha detto:

    FATTA OGGI – MOLTO CARINA E MOLTO BEN SEGNATA

    1. Luigi ha detto:

      ottimo
      a presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Studio grafico: Loris Astesano

Realizzazione: Alberto Reineri